Cos’è Google AdWords?

Google AdWords, il cui nome recentemente è stato modificato in Google ads, è una piattaforma pubblicitaria a pagamento messa a disposizione da Google che permette all’inserzionista di pubblicare i propri annunci all’interno della SERP (risultato del motore di ricerca), rimandando ad una specifica pagina del sito, come ad esempio la landing page. Google AdWords porta risultati rapidi nonché una visibilità immediata nella SERP a differenza della SEO che invece essendo una forma di posizionamento organico, porta i risultati a lungo termine. In altre parole, un sito web che sfrutta Google AdWords andrà a collocarsi nella sezione sopra i risultati organici.

Come utilizzare Google AdWords?

Puoi utilizzare Google ads per diversi scopi: vendita o acquisto di un prodotto o servizio, lead/contatti, traffico sul sito web, considerazione, notorietà del brand promozione di app ecc.

Tutto molto bello.. ma come si utilizza nel concreto? Semplice … basta seguire alcuni passaggi fondamentali!

Crea il tuo account

Se vuoi iniziare ad utilizzare la piattaforma AdWords occorre innanzitutto creare un account e registrarti alla piattaforma. Una volta che ti sei registrato al servizio, dovrai accedere al pannello di gestione per impostare modalità di fatturazione e pagamenti.

Imposta la tua campagna

Un altro passaggio fondamentale è la scelta delle campagne messe a disposizione da Google. Su AdWords è possibile scegliere ben 4 tipi di campagne:

  • Rete di ricerca con selezione display (Generalmente, i tuoi annunci vengono pubblicati principalmente sulla rete di ricerca, ma possono anche essere visualizzati sulla Rete Display se disponi di un budget giornaliero residuo questo tipo di campagna consente di raggiungere gli utenti mentre utilizzano ricerche su google o visitano siti web.)
  • Solo rete di ricerca (riguarda gli annunci che l’utente cerca attraverso parole chiave con modalità di pagamento pay per click. Si tratta del metodo più conosciuto relazionato a Google AdWords per mostrare gli annunci).
  • Solo rete display (in questo caso gli annunci non compaiono tramite una ricerca da parte dell’utente. La rete display include una raccolta di siti Google come, Youtube, Finanza e blogger edi siti che collaborano con google come blog e forum.).
  • Google shopping (Gli annunci Shopping includono informazioni approfondite, ad esempio immagine, prezzo del prodotto e nome del commerciante. In sostanza con questo tipo di campagna vengono mostrati gli annunci a utenti che stanno già cercando i tipi di prodotti da te pubblicizzati e sono più propensi a intraprendere un’azione.)
  • Video (Gli annunci video possono essere visualizzati sia su YouTube sia su app e siti di partner video della Rete Display di Google).
  • App universale (Le campagne universali per app ti aiutano in questo processo semplificando la promozione della tua app sulle più grandi piattaforme di Google, come Ricerca, Google Play, YouTube e la Rete Display di Google).

Se crei delle campagne locali, è molto importante integrare tra le estensioni della campagna, la propria scheda di Google My Business. Quest’ultimo può rivelarsi estremamente utile se hai un’attività presso una specifica località come ad esempi (ristorante, albergo, pizzeria, centro estetico, etc),in modo tale da aiutare i clienti a scoprire i prodotti e i servizi che offri, a contattarti e a trovare la tua sede.

Scegli le keyword giuste

Dopo aver impostato il tipo di campagna devi procedere alla scelta delle giuste keyword con le quali gli utenti effettueranno ricerche per trovare i tuoi annunci. Esistono diversi strumenti per analizzare nel dettaglio le parole chiave, tra i più utilizzati e conosciuti ci sono due tool di Google: Keyword Planner e Google Trends. Se analizzi i vari trend delle parole chiave potrai capire su quali keyword puntare e quali non.

Scegli i dispositivi a cui mostrare i tuoi annunci

Altra fase importante è la definizione dei dispositivi in cui verranno mostrati gli annunci: pc, tablet o smartphone. Solitamente le nuove campagne si orientano verso tutti i dispositivi.

Particolarmente interessante è la possibilità che Google ads da agli inserzionisti di personalizzare i propri annunci in base ai diversi dispositivi.

Definisci la tua strategia di offerta

Se crei delle campagne AdWords devi necessariamente anche definire la strategia di offerta. Google ads prevede diverse strategie di offerta, ciascuna adatta ad ogni tipo di campagna. Tra queste abbiamo:

  • CPC (costo per clic): ideale se vuoi generare traffico verso il tuo sito web.
  • CPM (costo per mille) : si tratta di un sistema di pagamento basato sul numero di impression dell’annuncio. Questa strategia e adatta se vuoi aumentare la notorietà del brand e non generare traffico verso il tuo sito web. Puoi utilizzare l’offerta basata sul costo per mille impressioni visibili (vCPM) per fare in modo che il tuo messaggio venga visualizzato dai clienti.
  • CPV (costo per visualizzazione): tale strategia è molto utile se vuoi aumentare il numero di visualizzazioni o interazioni con i tuoi annunci. Il CPV è ideale soprattutto se pubblichi annunci video e il tuo obiettivo è aumentare la considerazione del prodotto o del brand.

Google AdWords ti dà inoltre la possibilità di scegliere se stabilire manualmente le offerte per aver un maggior controllo della campagna o se sia AdWords a farlo in automatico.

Crea le estensioni dei tuoi annunci

Come ultima cosa devi inserire le estensioni degli annunci (ubicazione, link al sito, contatti ecc.) che servono per includere informazioni rilevanti dell’azienda negli annunci stessi. Essi rendono gli annunci più appetibili agli occhi degli utenti aumentando la possibilità di ottenere più click.

Quando va utilizzato Google AdWords?

Google ads va utilizzato in diverse circostanze, in particolare quando:

  • Si vuole ottenere visibilità in breve tempo: se crei una campagna semplice Google ads ti permette di essere trovato dall’utente già nell’arco di un giorno.
  • Si deve pubblicizzare una promozione valida per poco tempo: google ads ritorna utile quando devi promuovere un evento, corso oppure una promozione che ha una breve scadenza dando la possibilità di attivare una campagna e spegnerla quando non è più necessaria.
  • Quando si ha necessità di promuovere il proprio brand in differenti nazioni: Se vuoi far conoscere il tuo brand anche all’estero google ads ti permette di creare più campagne per i diversi paesi e scegliere le parole keyword nelle lingue che ti interessano e gestirle tutte nello stesso momento.
  • Quando devi geolocalizzare la tua promozione: AdWords è l’ideale anche quando devi creare e gestire campagne scegliendo una determinata area geografica in base alle caratteristiche del tuo target di riferimento.
  • Quando devi promuovere diversi prodotti nello stesso momento.