Cos’è lo storytelling?

Lo storytelling è l’arte di raccontare storie ed ha come obiettivo quello di trasmettere emozioni al pubblico per promuovere prodotti o servizi . Lo storytelling è una tecnica di comunicazione molto utilizzata dalle aziende per trasmettere i propri valori ai loro clienti. Tanti sono i brand e marchi famosi che hanno fatto del racconto della propria storia una vera chiave di successo. Quella dello storytelling è una tecnica sempre efficace poiché tutti noi amiamo le storie: leggiamo libri, seguiamo serie televisive, andiamo al cinema ecc. Quando ascoltiamo o leggiamo storie ci emozioniamo, ci sentiamo coinvolti legandoci a personaggi odiandone altri come se esistessero per davvero. Ed è proprio questa l’efficacia dello storytelling: riuscire a trasmettere emozioni alle persone.

Quella dello storytelling è una tecnica sempre efficace poiché tutti noi amiamo le storie: leggiamo libri, seguiamo serie televisive, andiamo al cinema ecc.

Quando ascoltiamo o leggiamo storie ci emozioniamo, ci sentiamo coinvolti legandoci a personaggi odiandone altri come se esistessero per davvero.

Ed è proprio questa l’efficacia dello storytelling: riuscire a trasmettere emozioni alle persone.

Perché è così importante lo storytelling?

Al giorno d’oggi questa strategia è diventata fondamentale per differenziarsi dalla concorrenza in un mercato ormai sempre più saturo in quasi tutti i settori ed in cui prodotti e servizi tendono ad assomigliarsi uno con l’altro.

Se un brand attraverso il racconto della propria storia riesce a innescare delle emozioni nelle persone allora si che avrà fatto centro! I clienti oltre ad essere coinvolti si sentiranno anche fortemente legati al brand stesso, e questo creerà e rafforzerà inevitabilmente processi di fidelizzazione.

È  bene ricordare che le persone vogliono emozionarsi prima di comprare. Le emozioni influiscono molto sul processo decisionale. Per cui tra tante aziende che offrono lo stesso prodotto o servizio, i clienti sceglieranno quella che più è in grado di emozionare. Occorre quindi sempre tener presente che gli acquisti nascono dalle emozioni associate alla marca e non dalle informazioni relative ad essa.

Come creare una storia?

Creare una storia non è semplice, lo storytelling non và improvvisato.

Innanzitutto va definito in modo preciso il messaggio, i valori e la mission che si vogliono comunicare e il tipo di pubblico a cui voler raccontare la propria storia.

Per raccontare una storia efficace e coinvolgente occorre utilizzare una narrazione semplice da comprendere ma che contenga degli elementi interessanti che diano ai spettatori la voglia di ascoltare o leggere il resto. Per favorire un maggior coinvolgimento dei lettori è necessario anche mantenere alti intensità e ritmo durante il racconto.

Come nei film, nelle favole, ecc.. una storia deve articolarsi in alcune fasi:

  • Introduzione: in questa fase si deve cercare d collocare i personaggi e descrivere il
    contesto della situazione.
  • Storia del brand: si raccontano e descrivono i fatti e le vicende dell’azienda su come e
    perché è nata, quali sono i suoi scopi e obiettivi da raggiungere.
  • L’eroe che supera l’ostacolo: qui si raccontano tutte le difficoltà che si sono trovate lungo il
    proprio cammino, dei fallimenti e di come si è riusciti ad affrontarli e di come si siano
    superate le difficoltà incontrate.
  • Finale o lieto fine: è giunto il momento di fare il riassunto dell’intera storia descrivendo
    come si è arrivati al giorno d’oggi e come l’impresa è una realtà che lavora e produce per i
    clienti.
  • La morale della storia: a conclusione di ogni racconto c’è la morale che può essere esplicita
    oppure lasciata alla libera interpretazione da parte di chi ascolta. Essa serve a rafforzare il
    legame con i clienti che si è creato nella narrazione della vicenda.

Altra regola importante: quando si racconta la propria storia bisogna essere sinceri, autentici senza ingannare o manipolare. Occorre trasmettere valori veri che siano coerenti con la storia che si sta raccontando in modo da ottenere credibilità e mantenere prestigio nel tempo.

Se durante la fase di elaborazione della storia si presta attenzione a tutti questi accorgimenti si potrà instaurare un legame emozionale con i propri lettori che permetterà di distinguersi dalla concorrenza.

Quali sono i canali dove fare lo storytelling?

Per diffondere la propria storia bisogna ricorrere ad una strategia multicanale. Sono davvero tanti i canali, soprattutto digitali, dove poter comunicare alla gente i valori del proprio brand, tra questi:

  • Social network: ad esempio facebook è molto utile se si vuol mettere in luce il proprio di team di lavoro i progetti, le idee ed i successi, mentre instagram è adatto a condividere i momenti di vita quotidiana che sottolineano l proprio impegno e perseveranza.
  • Blog: lo storytelling passa anche attraverso il proprio blog , dove poter pubblicare articoli che parlino del proprio brand o business.
  • Sito web: oltre al blog , quale sezione migliore se non la pagina “chi siamo” per raccontare la storia della propria azienda!
  • Newsletter: si fa storytelling anche inviando e-mail al proprio pubblico di riferimento.